MESSINA – La Corte di Appello di Messina ha assolto perché il fatto non sussiste un bidello messinese accusato di aver usato violenza ad una minore, all’interno del bagno di una scuola cittadina.

Dopo tre mesi trascorsi agli arresti domiciliari, sei lunghi anni di sospensione dal servizio, una condanna in primo grado a sette anni di reclusione, la Corte di Appello di Messina oggi ha asso …
Continua a leggere …

Fonte: Live Sicilia

Scrivi un commento