CATANIA – Guardare il corridoio centrale del Palazzo di Giustizia di piazza Verga transennato in diverse zone mette tristezza. In una parte del pavimento si notano anche pezzi di calcinacci caduti. Un tribunale “rappezzato”: ancora l’aula Famà è con i nastri bianchi e rossi dove si staccata una lastra di marmo finita sul piede dell’avvocato di Matteo Salvini, Giulia Bongiorno. Un b …
Continua a leggere …

Fonte: Live Sicilia
#BlogSicily #NotizieSicilia

Scrivi un commento