ENNA – Era accusato di essere l’assassino dell’avvocato Antonio Giuseppe Bonanno, vittima di un agguato a colpi di pistola davanti alla sua proprietà di campagna, tra Barrafranca e Pietraperzia. Erano le 21,30 del 28 settembre 2016. Il cuore dell’avvocato cessò di battere dopo due giorni, per la grave perdita di sangue dovuta al fatto che un proiettile ha forato il fegato e un rene. …
Continua a leggere …

Fonte: Live Sicilia
#BlogSicily #NotizieSicilia

Scrivi un commento