È il 26 aprile 2017. Salvatore Troia giunge con la sua Fiat Panda sotto l’abitazione di Giuseppe Blando, in via Priolo a Palma di Montechiaro. Prima inizia a fischiettare, poi suona due volte il clacson. L’audio è disturbato. Si sente Troia dire: “… va bene Pi (Pippo, ovvero Giuseppe Blando) allora restiamo così…”.

Secondo i pubblici ministeri di Palermo e i carabinieri …
Continua a leggere …

Fonte: Live Sicilia
#BlogSicily #NotizieSicilia

Scrivi un commento