CATANIA – Il Tribunale di Catania nel provvedimento di sequestro a Nino e Carmelo Paratore mette una linea di confine nella loro scalata imprenditoriale. Prima del 2010. E dopo. Il passato è pieno di ombre mafiose che nascondono il volto di Maurizio Zuccaro, il boss di Cosa nostra che avrebbe permesso di saldare le fondamenta dell’impero economico-finanziario finito nelle mani dello Stato …
Continua a leggere …

Fonte: Live Sicilia
#BlogSicily #NotizieSicilia

Scrivi un commento