PALERMO – Condannata a un anno di carcere, pena sospesa, per maltrattamenti all’interno di una casa di riposo. Si tratta di Francesca Spica, dipendente della struttura “Boccone del povero” gestita dalle suore a San Giuseppe Jato. L’imputata ha goduto della sospensione condizionale della pena e dello sconto di un terzo così come previsto per chi sceglie il rito abbrev …
Continua a leggere …

Fonte: Live Sicilia
#BlogSicily #NotizieSicilia

Scrivi un commento