PALERMO – Stritolato dal sistema. Costretto a pagare per lavorare. Si difende Roberto Satta, responsabile operativo di Tecnologie Sanitarie, una delle aziende travolte dallo scandalo delle tangenti nella sanità siciliana. Ammette di avere pagato 220 mila euro al mediatore Giuseppe Taibbi, uomo di riferimento, secondo l’accusa, dell’ex manager dell’Asp di Palemro Antonio Ca …
Continua a leggere …

Fonte: Live Sicilia
#BlogSicily #NotizieSicilia

Scrivi un commento