BRONTE (CATANIA) – “Un fulmine a ciel sereno per la nostra cittadina”. Angelica Prestianni, assessore al Diritto alla salute del Comune di Bronte, è appena giunta sul luogo in cui un marito, Filippo Asero, ha ucciso a coltellate la moglie, Ada Rotini, e dalle sue parole traspare tutta l’incredulità per il femminicidio accaduto nella sua città. “Donne lasciate sole …
Continua a leggere …

Fonte: Live Sicilia
#BlogSicily #NotizieSicilia

Scrivi un commento